Imola Rugby

video: Imola Rugby story

L’Imola Rugby è stata fondata nel 1978 su iniziativa di Giovanni Montanari, Tonino Calderoni e Alfredo Muscari con un gruppo di giovani appartenenti al movimento “scoutistico” Imolese. Montanari ne è stato il primo presidente ed è rimasto in carica fino al 1990, anno in cui gli è subentrati Loris Fenati.

Durante la presidenza Montanari la società, sponsorizzata SICA FIAT, ha acquisito la promozione in serie C1 (1986), ha posto le basi per un forte movimento giovanile ed ha visto giocare nelle proprie file i sudafricani Robert Du Preez, Johan Steyger (entrambi poi selezionati per la nazionale springboks), Gideon P. Nel e Chirs Smit; inoltre per due stagioni, dal ’88 al ’90, ha avuto come guida tecnica un santone del rugby sudafricano, Pieter Pelser.

Sotto la presidenza Fenati e con la sponsorizzazione BIERE DU DEMON, è stata conquistata la serie B sfruttando le logiche dei ripescaggi, mantenuta per due stagioni, e la UNDER 19 ha giocato per due anni nel girone nazionale di eccellenza.
In questi anni, dal ’87 al ’94, sono sbocciati diversi talenti dal vivaio imolese: Massimo Villa e Massimo Trerè sono stati convocati in nazionale giovanile, Filippo Fenati, Paolo Zanelli, Leonardo Nardelli e Antonio Samorì, hanno avuto la soddisfazione di essere selezionati per le rappresentative UNDER 17, e infine Davide Sasdelli ha collezionato molte presenze da titolare nelle nazionali UNDER 17, UNDER 19, UNDER 21 e UNDER 23, partecipando inoltre alla COPPA DEL MONDO UNIVERSITARIA nel 1995.

Dopo le dimissioni di Fenati, avvenute nel 1994, è diventato presidente Roberto Libè, sotto la cui guida l’Imola ha disputato diverse stagioni in C1 per poi assaggiare l’amarezza della retrocessione in C2 nel ’99. Dal giugno 2000, con le dimissioni di Libè, la presidenza è passata a Massimo Villa, primo giocatore imolese a ricoprire questa carica.

Dopo la crisi degli anni trascorsi, la società, in perfetta sintonia con la collegata LYONS RUGBY e sponsorizzata SICAMION, è ripartita dalla ricostruzione di un forte vivaio mediante un lavoro capillare nelle scuole ed un’azione sinergica con le altre società romagnole.
Negli anni viene inglobata la Lyons rugby all’interno dell’Imola rugby e si passa da sponsor come GESTAUTO (concessionario auto CITROEN), FALCO, Gruppo SOFIR.
Nella stagione 2007/2008 la validità delle scelte fatte dalla dirigenza imolese sono testimoniate dai numeri: 240 tesserati, 9 squadre partecipanti ai campionati di categoria compresa la neo-nata formazione “old”. Con questo biglietto da visita e con lo sponsor AUTO SICA FIAT (di Alfredo Montanari, figlio del primo presidente Giovanni) si sono svolti i festeggiamenti per i 30 anni di attività. (va annotato il “corso e ricorso” storico: lo sponsor della fondazione è lo stesso dopo trent’anni!!)

Nella stagione 2009/2010 il salto di qualità, l’Imola rugby conquista, sul campo questa volta, la serie B e decide di affrontare la stagione che si stà per aprire con una partership d’eccezione: dopo tanti anni da rivali si uniscono forze ed intenti tra Imola e Castel San Pietro senza però snaturare le due individualità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *